Biografia

Classe 1979, figlio d'Arte, intarsiatore, creativo,motociclista, paracadutista e amante dell'arte in tutte le sue forme. Grazie a mio padre, Mario Aresi, mi innamoro presto del Mobile Classico puntando sempre alla ricerca e al rinnovamento delle linee. Motociclista entuasiasta (Harley Davidson soprattutto), ho trovato il modo di coniugare l'amore per il mio lavoro alle motociclette, creando così il Mobile Kustom, dove gli eleganti ma rigidi canoni estetici del Mobile d'Arte si fondono alla Kustom Kulture, psichedelica e frizzante cultura che viene invece dalla strada! Amo profondamente l'arte dell'Ebanisteria e cerco continuamente di applicare e perché no rivedere questa antica tecnica ai più svariati campi…gioielli e motociclette comprese!

I miei Mondi

  • Mobili d'Arte

    Praticità ed eleganza si uniscono in un unica eterna creazione.

  • Mobili Kustom

    La mia kustom-visione è quella di rivitalizzare il vecchio caro Mobile d'Arte.

  • Ebanisteria Speciale

    Può l'intarsio sostituire la decorazione tradizionale di una carrozzeria? Certo che si!

  • Sport & Fun

    L'amico Massimo Pozzi mi ha affidato la prototipazione, la produzione e lo sviluppo estetica della Board.

  • Gioielli & Moda

    In collaborazione con l'arch. Silvia Guarnieri creo gioielli utilizzando essenze lignee preziose.

  • Lumi d'Autore

    In collaborazione con l'arch. Silvia Guarnieri trasformo vecchi ricambi di moto in splendidi lumi.

Ultime notizie dal blog

  • 23/06/2019 presentavo "Festa Bikers il Docufilm"
    Scritto da
    on 23 Jun 2021

    Il 23/06/2019 presentai "Festa Bikers, il Docufilm". Il mio primo lungometraggio (clicca qui https://youtu.be/CltAsFaxhOY ) scritto e diretto per raccontare le storie di Uomini e Donne che nel corso degli anni, nonostante tutto, hanno costruito un movimento ed un circolo virtuoso con Festa Biekrs, motoraduno a scopo puramente benefico riconosciuto a livello internazionale. Nel corso degli anni Festa Bikers ha raccolto e devoluto in beneficenza € 500.000/00 more or less ad enti ed associazioni no profit del territorio bergmasco. Insomma, questi motociclisti tatuati, capelloni e stereotipati, non sono proprio così cattivi! In questo, per me grande progetto, sono stato affiancato dai giovani e talentuosi Joao Lucas Baccaro (fotografia e riprese) e Mattia Cesaria (Sceneggiatura e montaggio). Un grazie sincero a Festa Bikers per avermi concesso la fiducia e l'onore di raccontare la loro storia. Davide Aresi.

     

     

  • La storia di #Etoile, un modello prodotto e venduto per oltre 15 anni.
    Scritto da
    on 01 May 2021

    Da cosa è dato il successo di un elemento di arredo? Certamente dalla sua piacevolezza estetica e funzionalità ma anche dal coraggio di osare del designer e di chi dovrà credere nella vendita dello stesso.

     

    Era il 2005 quando #MarioAresi concepì e disegnò questa credenza, nominata poi #Etoile.

    L'intento, suggerito dal sottoscritto figlio Davide Aresi, fu quello di intraprendere un percorso di rivisitazione del Classico esplorando i canoni del "contemporaneo".

    La sinuosità del barocco lascia spazio a linee razionali, il corpo laccato in avorio patinato lega con il top intarsiato a doppia spina di pesce in ciliegio e palissandro. La decorazione geometrica, in rilievo e dorata a foglia può richiamare figure stilizzate che ospitano inserti in #malachite, pietra semipreziosa votata al gioiello d'arredo.

    L'ornato classicheggiante del basamento conferisce leggerezza a tutto l'insieme. Subito dopo declinammo il modello in living room e zona notte.

    Aneddoto: presentammo questo prototipo in piena esclusiva al nostro primo cliente, prettamente classicista, che dopo numerosi confronti e dopo aver vinto il timore di proporre alla propria clientela un prodotto diverso, per certi versi innovativo, lo inserì in catalogo vendendo la linea completa per oltre 10 anni, soprattutto nel mercato americano.

    Il pezzo in fotografia, il numero 0, fa parte tutt'ora della nostra galleria ed è fonte di ispirazione per nuovi progetti.

    Il tromp l'oeil alle spalle di Etoile fa parte degli affreschi dello scalone di Palazzo Visconti di Brignano Gera d'Adda, dimora di Barnabò Visconti, conosciuto ai più come l'Innominato dei Promessi Sposi del Manzoni.

    [Un caro saluto ed un ringraziamento a #MinottiLuigieBenigno con il quale abbiamo instaurato negli anni un rapporto umano e professionale di grande valore]

     

  • Giudice per una profezia, poeta per amore, mentore (per mia scelta personale)
    Scritto da
    on 14 Feb 2021

    Impossibile non rimanere affascinati dal magistrato Benito Melchionna, Uomo di immensa cultura votato alla sua divulgazione, carismatico e magnetico.

    Dedito a temi ambientali, bioetica, diritto (è bhe!), responsabilità professionale, sicurezza ed educazione scolastica, ho la grande fortuna di incontrarlo periodicamente per lavoro (è presidente dell'Organismo di Vigilanza di Sidip Srl, azienda per la quale opero attualmente). Ogni occasione si trasforma immancabilmente in educazione vera e propria, non semplice lezione. Coglie lo spunto, lo rielabora e te lo ripropone con una nuova chiave di lettura,  spronandoti benevolmente ad affinare il tuo pensiero in merito e sviscerarne ulteriormente il processo. Discussioni e conversazioni lasciano sempre un insegnamento potente ma sincero.

    E' stato ispiratore di uno dei miei tatuaggi.

    Lunga vita a lei Giudice Melchionna, Elogiatore della Trasgressione!

    Qui la pubblicazione del suo profilo aggiornato grazie a questo articolo di Qui Bergamo.

...Libera la fantasia...

Cerchi qualcosa di speciale per arredare i tuoi ambienti? 

Hai un’idea particolare ma non sai come fare? Contattami, ti aiuterò a sviluppare il tuo progetto!

conttatami